Saveria Chemotti presenta ‘Siamo tutte ragazze madri’

Saveria Chemotti presenta ‘Siamo tutte ragazze madri’ alla Loggetta

Mercoledì 27 novembre 2019 ore 21, in collaborazione con l’associazione Alba, verrà presentato a Palazzo della Loggetta il libro Siamo tutte ragazze madri di Saveria Chemotti, (L’Iguana editrice, 2018). La vicenda è ambientata nel 1979. La protagonista è Rosa, che a soli sedici anni è rimasta incinta. Lo stesso prima di lei era capitato alla madre, morta di parto, e alla nonna Ida, sparita. La giovane, che è stata adottata e cresciuta in un ambiente religioso, è disperata e vuole abortire, ma le spiegano che commetterebbe così il peccato più grande. Indotta a portare a termine la gravidanza, viene ricoverata in una struttura cattolica e accetta, come da regolamento, di dare la sua bambina in adozione una volta partorita. La ricomparsa della nonna, però, determinerà una svolta inaspettata.

L’opera si pone come obiettivo quello di riflettere sull’universo femminile e sulla concezione della maternità. Lo fa attraverso una scrittura agile e schietta, dal ritmo intenso e vivace. Nel romanzo, ben costruito, viene narrata anche l’infanzia di Rosa, una scelta che permette di comprendere appieno il personaggio e il contesto socio-culturale in cui cresce, ambiente dove non mancano maldicenze e pregiudizi. Poi la giovinezza, gli studi, l’amore e la scoperta della gravidanza, evento che apre nella protagonista una fortissima crisi. Decisivo per la sua risoluzione sarà l’ingresso sulla scena della caparbia, temeraria e saggia nonna Ida.

Saveria Chemotti, nativa della provincia di Trento, vive e lavora a Padova, dove insegna Letteratura italiana di genere e delle donne. Dirige la collana di studi Soggetti rivelati. Ritratti, storie, scritture di donne per la casa editrice Il Poligrafo, e la collana di narrativa Vicoli. Vie strette secondarie. Paesaggi letterari inesplorati per la casa editrice Cleup. Ha pubblicato vari saggi sulla narrativa e la poesia del Novecento italiano, dedicando molte ricerche alla storia e alla cultura delle donne. Il suo primo romanzo è stato La passione di una figlia ingrata (L’Iguana editrice, 2014), finalista della XXXIV edizione del premio Giovanni Comisso. Con lo stesso editore ha poi pubblicato Ti ho cercata in ogni stanza (2016). Siamo tutte ragazze madri chiude la Trilogia delle ragazze madri, che ha per oggetto la storia delle donne italiane del Novecento.

L’Iguana è una casa editrice femminista che sostiene le scrittrici italiane e sceglie storie che raccontano le donne senza pregiudizi, in libertà. Oltre ad autrici contemporanee, guarda anche al passato e pubblica inediti delle grandi maestre: da Charlotte Brontë a George Sand e a Louisa May Alcott. Il marchio richiama la donna-rettile inventata da Anna Maria Ortese per raccontare qualcosa che non era mai stato nominato prima.