Alessandro Tasinato a “Monselice Scrive”

Alessandro Tasinato

Sabato 26 gennaio 2019 alla Loggetta (ore 16) sarà presente Alessandro Tasinato per presentare la sua opera “Il fiume sono io”. Il libro racconta la storia del fiume che scompare  tra le provincie di Padova, Venezia, Vicenza, Verona anticipando il disastro chiamato PFAS (acronimo usato per la contaminazione ambientale che da quaran’anni avvelena le falde del nordest  e colpisce tutti noi). Perché un fiume scompare dalle mappe ad un certo punto della storia? Un’indagine narrativa che ha come cuore la Rabiosa (oggi Fratta-Gorzone), il fiume mortalmente inquinato dal distretto conciario di ChiampoArzignano e poi interessato dal cantiere dell’Autostrada Valdastico Sud. Un romanzo forte che si addentra nel territorio, nel mondo del lavoro e in quello più intimo di Nino Franzin, il protagonista, che ha vissuto la giovinezza in simbiosi con la Rabiosa. Gli studi, la laurea, il miraggio di un’importante carriera lo costringono a dare le spalle all’acqua. Sarà la vita di un piccolo embrione a fargli incontrare di nuovo i destini di un fiume che non c’è più. Un libro che riguarda tutti noi e che racconta il fragile equilibrio fra l’ambiente che ci circonda e le nostre vite.

ALESSANDRO TASINATO (Este, 1974) è dottore in Scienze Ambientali. Ha svolto indagini sui cicli produttivi della chimica, del cloro, del petrolio e dei rifiuti nei grandi impianti industriali e si è occupato di energia, fonti rinnovabili e cambiamenti climatici. Per la Bassa Padovana è stato tra i promotori del “Parlamento” per la salvaguardia del fiume Fratta-Gorzone e ha scritto articoli per la rivista “Con i Piedi per Terra”. Nel 2017 ha fondato I.D.E.A. – associazione senza scopo di lucro per la divulgazione sull’etica ambientale. Il suo sito è www.alessandrotasinato.com

 

Gruppo lettori della biblioteca in FB

Gruppo lettori della biblioteca in FB