Dura la vita! Di Allison Pearson

Descrizione: Sono passati alcuni anni da quando Kate Reddy era una donna in carriera stressata che doveva conciliare lavoro e famiglia, in perenne lotta contro il tempo. Ora Kate è quasi giunta ai fatidici cinquant’anni e non è una buona notizia: per lei è come essere diventata invisibile, i figli adolescenti hanno bisogno di lei ma non le parlano, sua madre e i suoi suoceri, ormai anziani, richiedono molte attenzioni, suo marito ha smesso di lavorare, è diventato un paladino della mindfulness e pensa solo a se stesso. Kate deve dunque tornare al lavoro dopo una lunga pausa per mantenere la famiglia, ma le aziende non sono molto inclini ad assumere una cinquantenne, per cui è costretta a barare sulla sua età pur di tornare a collaborare alla gestione del fondo di investimento che lei stessa aveva creato. Riuscirà a farsi rispettare e a mantenere il suo posto? E quando Jack, la sua vecchia fiamma, riappare quali conseguenze avrà sulla sua vita sempre più complicata? Dopo “Ma come fa a far tutto?” – che ha raccontato per la prima volta la vita delle mamme che lavorano -, Allison Pearson descrive con grande senso dell’umorismo, sensibilità e intelligenza un momento dell’esistenza in cui la donna ridefinisce se stessa domandandosi chi è e cosa vuole veramente.
Biografia: Allison Pearson è nata nel Galles del Sud. È editorialista del “Daily Telegraph” ed è diventata famosa in tutto il mondo con Ma come fa a far tutto?, pubblicato da Mondadori nel 2003, romanzo definito da Oprah Winfrey “La Bibbia della mamma che lavora”, tradotto in 32 lingue e da cui è stato tratto un film di grande successo. L’autrice vive a Cambridge con la sua famiglia e due barboncini.

 

 

 

Recensioni tratte dal web:

«Ancora una volta la Pearson riesce a descrivere con senso dell’umorismo e straordinaria sensibilità un preciso momento complicato dell’esistenza femminile. […] “Dura la vita!” è un romanzo delizioso che consolerà tutte le over 50 con le pile parzialmente scariche.» Alessandra Appiano, “Nuovo” 1 giugno 2018

«In epoca di “empowerment” femminile, Allison Pearson riesce con grandissima ironia e profondità a far riflettere su quegli stereotipi che sono ancora vivi e vegeti, ma sono velati da una passata di smalto color “politically correct”, tessendo una trama brillante e dai ritmi incessanti in cui riesce a strappare risate di cuore anche nelle situazioni più critiche e farci sentire più toste e consapevoli di quello che il mondo, prova, a farci credere. » Federica Bosco, “La Stampa” 28 luglio 2018

(Editor Stefania Vitale)

 

Gruppo lettori della biblioteca in FB

Gruppo lettori della biblioteca in FB