Incontro con lo scrittore monselicense Gianni Bellinetti

Gianni Bellinetti: il secondo da Sinistra

Domenica 29 gennaio 2017  alla Loggetta lo scrittore monselicense  Gianni Bellinetti ha presentato il suo ultimo romanzo  L’ultimo sogno: quasi un romanzo.  Editreg 2014.  Ha commentato  Franca Grosso  con alcune letture.
Il protagonista di questo ‘quasi romanzo’, come lo definisce scherzosamente l’autore in copertina, è Carlo, il professore settantenne alle prese con i primi sintomi della decadenza, immalinconito dal tempo che passa inesorabilmente e che lascia intravvedere l’avvicinarsi del traguardo finale. L’unica àncora di salvezza è rivivere, ripercorrere, riassaporare la vita. Ne esce una visione del mondo dolente e pessimista ma bonariamente realista, basata sui ricordi, sull’amore, sull’impegno civile. Ivano Cavallaro, critico letterario del mensile Santo,  ha titolato la sua recensione  “ Sete  di infinito” … intravvedendo , oltre al tema dei ricordi, dell’amore,  della nostalgia, una sofferta  ricerca interiore e la voglia di continuare a sognare”.
Gianni  Bellinetti,  di origini monselicensi,  vive da più cinquant’anni a San Giorgio di Nogaro  in Friuli dove  insegna storia contemporanea all’Università delle terza età di Palmanova.  Ha sempre mantenuto forti legami con la sua Città.  Ha pubblicato negli ultimi anni numerosi libri  non solo di  narrativa  ma anche di saggistica e di ricerca storica.  Attualmente  si dedica al Centenario della Grande Guerra  con una collana di 5  quaderni storici ( 1914 –1918): uno all’anno.

Gruppo lettori della biblioteca in FB

Gruppo lettori della biblioteca in FB