Grido di guerra di Wilbur Smith

Descrizione: Autunno 1938. Dopo un breve periodo di pace incostante, il mondo intero è nuovamente di fronte all’abisso di un sanguinoso conflitto. Ma il cuore di Saffron Courteney è in tumulto per la guerra non meno devastante esplosa dentro di sé. Cresciuta nel Kenya coloniale degli anni ’20 sotto l’occhio attento del padre, Leon, imprenditore di successo oltre che famoso veterano della Grande guerra, Saffron Cour¬teney ha avuto un’infanzia idillica, finché un evento drammatico l’ha costretta a maturare molto, forse troppo in fretta. È ormai una giovane donna testarda e indipendente quando il destino dà una nuova svolta inaspettata alla sua vita… L’uomo che ama disperatamente, per il quale ha rischiato uno scandalo e perso gli amici più cari, porta il nome di Gerhard von Meerbach, il cui fratello è un magnate della nascente industria automobilistica tedesca nonché membro attivo del partito nazista. Nella sua lotta per rimanere fedele a se stesso e ai propri ideali di giustizia e libertà, Gerhard sarà presto costretto a opporsi alle forze del male che hanno preso il sopravvento sulla sua nazione e la sua stessa famiglia, legata da uno scomodo segreto a quella dei Courteney. Scaraventata nell’occhio del ciclone della Seconda guerra mondiale, anche Saffron si trova di fronte a scelte crudeli sul suo futuro, quello dei suoi cari e del suo Paese. Sullo sfondo dell’Europa dilaniata dal conflitto e della sublime bellezza dei paesaggi africani, Saffron e Gerhard assistono, entrambi in prima linea ma su fronti opposti, allo scontro tra i rispettivi mondi. Potrà il loro legame sopravvivere al capitolo più efferato della storia dell’uomo?

Biografia: È nato nella Rhodesia del Nord (attuale Zambia), ma è cresciuto e ha studiato in Sudafrica.
Il padre, possidente e cacciatore di elefanti, considerava la sua passione per la lettura “innaturale e poco sana”, forzandolo a diventare un “lettore segreto” ma appassionato.
“Mio padre riteneva la mia ossessione per i libri innaturale e malsana. Mi vidi
costretto a leggere di nascosto. Passavo quindi così tanto tempo nel gabinetto esterno, dove nascondevo i miei libri preferiti, che mio padre ordinò a mamma di somministrarmi regolari e massicce dosi di olio di ricino.”
Si è dedicato a tempo pieno alla narrativa dal 1964 e da allora ha pubblicato numerosi romanzi, basati su attente ricerche e appassionanti esplorazioni condotte in ogni angolo del mondo.
Diversi i filoni narrativi delle sue opere, che egli stesso divide sul suo sito ufficiale: il ciclo dei Ballantyne, quello dei Courtney, i romanzi egizi e gli altri romanzi.
Una nuova saga sembra essere stata inaugurata dal suo La legge del deserto, apparso in libreria nel 2011, e il romanzo Vendetta di sangue, che ne rappresenta il seguito ideale.
Nel 2016 pubblica L’ultimo Faraone e nel 2017 Il giorno della tigre.
Wilbur Smith ha venduto ad oggi 122 milioni di copie in 36 paesi di tutto il mondo, 26 milioni delle quali solo in Italia.
Tutti i suoi romanzi sono pubblicati nel nostro paese dalle edizioni Longanesi.

Recensioni tratte dal web:

«Con “Grido di guerra” Wilbur Smith si conferma un maestro del romanzo d’avventura ma anche del genere storico essendo riuscito, con l’ausilio della collaborazione con David Churchill, a dar vita ad un testo ricco di colpi di scena, eventi e situazioni e al contempo lineare e mai forzato. Non solo, i personaggi risultano essere solidi e ben costruiti tanto che chi legge non fatica ad immaginarli nella propria mente né ad immedesimarvisi essendo il carattere empatico pregnante. Non mancano ancora gli aspetti appartenenti alla sfera prettamente sentimentale che fanno da cornice e da protagonisti, ricordandoci, in simultanea, che spesso il nostro stesso sangue è il nostro primario nemico, che spesso è chi porta il nostro medesimo gruppo sanguigno colui da cui maggiormente dobbiamo diffidare. Al tutto si somma uno stile fluido, rapido, accattivante che conduce senza mai mollare la presa e senza mai perdere di intensità. Le sue 532 pagine non spaventano, anzi; giungono addirittura troppo rapidamente al termine.
Una buona prova che conferma la bravura di Smith e che ci fa destinatari di un nuovo capitolo di quelle che erano le avventure di una delle serie più amate a sua firma.» Saffron Courteney

«Bellissimo e avvincente come il vecchio Wilbur. Rimani incollato dalla prima all’ultima pagina. Assolutamente consigliato per chi lo ama.» Allegra

Leggi un estratto vai…

(Editor Stefania Vitale)

Gruppo lettori della biblioteca in FB

Gruppo lettori della biblioteca in FB