Mauro Contato presenta il suo ultimo libro “Taccuino 2014 – 2016” (8 aprile 2018)

Domenica 8 aprile 2018 alla Loggetta lo scrittore monselicense Mauro Contato ha presentato il suo ultimo libro Taccuino 2014 – 2016. Raccolta di scritti, citazioni e aforismi. Europa edizioni, 2017. Presenta Riccardo Ghidotti.

MAURO CONTATO E LA SUA AMMIRAZIONE PER L’ECONOMISTA SERGE LATOUCHE
Dopo una brillante presentazione di Riccardo Ghidotti, Mauro Contato ha parlato del suo libro confidando che la sua è una visione socialista della società. Il suo pensiero economico si basa sul principio dello stato egualitario (Una teoria morale che pone in risalto l’uguaglianza di tutti gli esseri umani. Questo tipo di teorie sostengono che l’uguaglianza dei diritti e delle opportunità in ambito politico, economico, sociale e civile deve sempre prevalere in tutti gli aspetti della civile convivenza delle società umane) e auspica una redistribuzione della ricchezza secondo il principio ‘lavorare tutti, lavorare meno’. Nelle fabbriche ritiene indispensabile uno psicologo del lavoro che possa gestire le dinamiche sociali. Ha terminato il suo intervento dichiarando la sua ammirazione per Serge Latouche autore di una felice analisi critica dell’economia occidentale, fatalmente destinata al collasso teorizzando – invece – una prospettiva economica alternativa che, proprio per l’inversione di tendenza che propone, è nominata “decrescita”. Un pomeriggio, quindi, piacevole nel quale sono stati commentati i più grandi economisti e filosofi contemporanei. Un ringraziamento a Mauro per i suoi studi che saranno raccolti in un nuovo volume, il terzo.

“Questa opera rappresenta – precisa Mauro Contato – il punto conclusivo di un primo lavoro di ‘scavo’ che mi ha portato alla lettura e allo studio di oltre duecento pubblicazioni tra novembre 2011 e dicembre 2015”.  Si tratta di una raccolta eterogena di scritti scelti, citazioni e aforismi che ovviamente non possono costituire un corpo teorico organico, in quanto talvolta sono pensieri di intellettuali che portano avanti idee ed interpretazioni anche in aperto contrasto tra loro. È un’opera ampia e ricchissima, di grande utilità soprattutto per chiunque senta il desiderio di avvicinarsi in modo non convenzionale a quella che potrebbe essere definita ‘filosofia’. Ma non è un vero e proprio manuale nel senso classico; al contrario, la peculiarità di questo lavoro sta proprio nella sua frammentarietà che potremmo definire come ‘la filosofia dell’autore’: ovvero il modo di pensare dello stesso Mauro Contato che argomenta i suoi concetti con grande professionalità e chiarezza. L’opera è un invito a seguire il suo percorso individuale a zig zag, utilizzando le riflessioni e i suggerimenti per creare una propria idea del pensiero filosofico, nella speranza di fornire anche un bagaglio culturale molto più ampio ed esaustivo a disposizione di tutti i ‘pensatori’ contemporanei.

Mauro Contato è nato nel 1974 a Monselice dove tuttora vive. Si è laureato nel 2002 in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Padova. Ha lavorato per diversi anni ricoprendo vari ruoli presso due agenzie per il lavoro e successivamente come responsabile del servizio clienti presso una nota società di vendita di gas ed energia elettrica. Questo libro segue al suo esordio letterario: Taccuino 2011-2013, edito nel 2013.

 

Gruppo lettori della biblioteca in FB

Gruppo lettori della biblioteca in FB