Valentina Rampin una nuova scrittrice monselicense

La giovane scrittrice monselicense Valentina Rampin
Copertina del primo libro di Valentina Rampin

La monselicense Valentina Rampin, ci presenta il suo primo romanzo “La compagnia dei ladri di pesce”, già fatto conoscere in molte scuole cittadine. L’opera racconta le vicende di Meri, una giovane atleta di nuoto sincronizzato che vede la vita stravolgersi quando i genitori le annunciano il trasferimento di tutta la famiglia dalla città alla cittadina sul mare di Seaport, dove il padre ha trovato lavoro come vicedirettore dell’Acquario. Qui Meri assiste a un misterioso furto di pesci che accenderà la sua curiosità di detective e la trascinerà in un’avventura mozzafiato alle prese con affascinanti ladri da incastrare, uomini senza scrupoli, delfini da salvare e una regata da vincere.

 

Valentina Rampin è cresciuta a Monselice e si è trasferita a Firenze per studiare nel 2001 e quello stesso anno ha conosciuto per la prima volta la barca a vela : è stato amore a prima vista. Da quel giorno la sua vita è cambiata e con lei i suoi desideri. Dapprima ho sognato in piccolo, poi gli orizzonti si sono ampliati ed è finita a solcare l’oceano Atlantico e il Mar dei Caraibi. Ma non è un marinaio, ama scrivere.  Ha pubblicato il mio primo romanzo per ragazzi “La Compagnia dei Ladri di Pesci”. Non ho smesso di sognare e nemmeno di navigare.

Naturalmente a breve la  presentazione nell’ambito di “Monselice scrive”. Il libro è disponibile in biblioteca per la lettura. Maggiori informazioni nel in un articolo apparso sul Mattino di Padova a firma di Camilla Bottin  [vai…]