Pubblicazioni in PDF

Da anni la Biblioteca di Monselice si preoccupa di fornire libri in formato PDF a tutti gli utenti che ne hanno bisogno.

A seguire le pubblicazioni sulla storia di Monselice e i libri pubblicati direttamente dalla suddetta Biblioteca.

Storie di Monselice

Dal 1990 il comune di Monselice ha finanziato molte pubblicazioni che trattano particolari aspetti della storia di Monselice. In questo spazio web abbiamo raccolto alcuni testi in PDF dei libri più importanti affinché siano consultati da quanti amano la storia locale.

Naturalmente i libri cartacei sono a disposizione in biblioteca.

2° Volume

Antonio RIGON ( a cura di), Monselice nei secoli, Comune di Monselice 2009

A distanza di quindici anni dalla pubblicazione dell’importante e fortunato volume Monselice. Storia cultura e arte di un centro “minore” del Veneto, questo libro ne riprende i caratteri di solido impianto scientifico e smagliante veste tipografica, ma è un’opera totalmente nuova per autori e contenuti.

Articolato in tre sezioni, racconta nella prima le vicende monselicensi dalla preistoria ai nostri giorni, nella seconda ne approfondisce in forma saggistica argomenti specifici e particolarmente significativi, nella terza dà conto, mediante schede sintetiche, dei risultati di recenti campagne archeologiche e restauri, oltre che di aspetti di storia della cultura locale che vale la pena conoscere. Si completa, infine, con una serie di preziosi apparati: fonti d’archivio (in particolare quelle provenienti dall’Archivio di Stato di Padova), bibliografia generale, indice. Un corredo fotografico di inconsueto livello, che è esso stesso fonte, si accompagna ai testi.

Contributi e saggi dell’opera:

Presentazione del Sindaco e dell’Assessore alla Cultura di Monselice, p. 8-9;

Antonio Rigon, Un libro nuovo, una storia nuova, p. 10-14;

PARTE PRIMA [vai…]

Enrico Zerbinati, Preistoria, protostoria, età romana, p. 19-30;

Lorenzo Casazza, Le vicende di Monselice nell’alto Medioevo, p. 31-40;

Dario Canzian, Il basso Medioevo a Monselice, p. 41-62;

Giuseppe Gullino, L’età moderna, p. 63-78;

Giovanni Silvano, L’Austria a Monselice 1815-1866. Storia di un’autonomia limitata, p. 79-14;

Lorenzo Carlesso, Monselice dall’Unità alla Repubblica, p. 95-118;

Monica Fioravanzo, La classe politica dalla Liberazione agli anni Sessanta, p. 119-133;

PARTE SECONDA [vai…]

Gian Pietro Brogiolo, Nuove ricerche archeologiche su Monselice medievale, p. 137-150;

Cristina La Rocca, I Longobardi; i Bizantini e il Castrum di Monselice, p. 151-164;

Antonio Diano, Architettura ecclesiastica medievale a Monselice. Aspetti e problemi, p. 165-188;

Gionata Tasini, Monselice e il monastero di S. Zaccaria a Venezia, p. 189-200;

Mauro Vigato, Ambiente, proprietà e conduzione fondiaria negli estimi del Colonato della Podesteria di Monselice dei secoli XVI e XVII, p. 201-216;

Pierluigi Giovannucci, Le visite pastorali del santo cardinale Gregorio Barbarigo, p. 217-230;

Antonio Lovato, Musica e liturgia nella collegiata di S. Giustina, p. 231-250;

Lionello Puppi, Monselice come Roma: Anatomia di una metafora tra cartografia e “veduta”, p. 251-268;

Giuseppina Dal Canton, Il Futurismo a Monselice, p. 269-278;

Gianpaolo Romanato, Il salvataggio dei Colli Euganei, p. 279-292;

Monica Panetto, Monselice per la Cultura, p. 293-311;

PARTE TERZA [vai…]

Elodia Bianchin Citton, Età preromana, p. 315-322.

Simonetta Bonomi, Nuovi scavi romani a Monselice, p. 323-330.

Sandro Salvatori, L’ex chiesa di San Paolo: un palinsesto architettonico, p. 331-336.

Fabrizio Magani, Gli affreschi due e trecententeschi della Pieve di Santa Giustina, p. 337-342;

Francesco Selmin, Il teatro a Monselice, p. 343-347;

Mario Lasalandra, Il volto di Monselice

PARTE QUARTA, APPARATI [vai…]

Francesca Fantini D’Onofrio, Le fonti monselicensi negli archivi degli Enti pubblici padovani, p. 349-356;

Flaviano Rossetto, Bibliografia, p. 357-368;

Martina Cameli, Indice dei nomi, p. 369-378;

Storia di Monselice di Annibale Mazzarolli in pdf

Il podestà di Monselice Annibale Mazzarolli (1927-1943) ha scritto e stampato la prima completa storia di Monselice, pubblicata nel 1940. Fino a pochi anni fa è stata l’unica storia che la nostra città possedeva e comunque la parte ottocentesca resta ancora una fonte privilegiata per ricostruire la storia di Monselice. Ora molti argomenti sono superati, ma resta comunque lo sforzo compiuto dal Mazzarolli per documentare la nostra storia municipale. Annibale Mazzarolli è nato a Monselice nel 1889 è morto a Conegliano nel 1948.

Annibale MazzarolliStoria di Monselice stampata nel 1940, in formato PDF     [Vai…]

Illustrazioni allegate alla “Storia” in formato PDF  [Vai…]

Ca’ Marcello, Il castello di Monselice in formato PDF  [Vai…]

 

Storia di Monselice, dattiloscritta, di Celso Carturan in PDF

Celso Carturan (1875-1950)

Nato a Monselice ne 1875 da una modesta famiglia di artigiani, il giovane Carturan si guadagnò ben presto da vivere come garzone in una bottega d’oreficeria, rivelando nel contempo doti eccellenti e attitudine allo studio. Aiutato con emolumenti comunali e applicandosi sovente la notte per lasciare libero il giorno alle manuali incombenze, nel 1901 ottenne la laurea in giurisprudenza. Dal 1903 al 1926 esercitò l’attività forense, ricoprendo nel contempo l’ufficio di segretario generale degli Istituti Pii di Monselice, ai quali nel 1911 dedicava un poderoso storico-critico, ed espletando incarichi di fiducia quale commissario regio e prefettizio presso vari comuni ed enti di beneficenza. Come segretario si impegnò per ben 45 anni, a partire dal 1900, in una assidua lungimirante opera onde garantire sicurezza economica e sviluppo agli enti da cui dipendeva, con la salvaguardia degli elementari diritti assistenziali per i molti infermi, vecchi e bisognosi. Tra le sue opere maggiori ricordiamo la costruzione del nuovo ospedale. Morì, ormai cieco, nel 1950 ma il suo ricordo è ancora vivo in mezzo a noi. Ha sacrificato grande spazio della sua vita operosa alla riscoperta storica della città natale scrivendo una poderosa e documentata analisi delle vicende monselicensi racchiusa in oltre tremila cartelle dattiloscritte.

Naturalmente è sempre consultabile l’intera sua opera dattiloscritta  composta da 3339 cartelle  in biblioteca

Non ci resta che ringraziare il Carturan per la raccolta di tanto materiale storico della nostra città.

Pagine 1-7 [vai…]

Pagine 9-21 [vai…]

Pagine 22-44 [vai…]

Pagine 45-54 [vai…]

Pagine 55-82 [vai…]

Pagine 83-101 [vai…]

Pagine 102-130 [vai…]

Pagine 131-178 [vai…]

Pagine 179-260 [vai…]

Pagine 261-303 [vai…]

Pagine 304-349 [vai…]

Pagine 350-412 [vai…]

Pagine 413-456 [vai…]

Pagine 461-473 [vai…]

Pagine 476-526 [vai…]

Pagine 527-544 [vai…]

Pagine 545-564 [vai…]

Pagine 566-623 [vai…]

Pagine 624-666 [vai…]

Pagine 667-686 [vai…]

Pagine 687-732 [vai…]

Pagine 733-763 [vai…]

Pagine 764-800 [vai…]

Pagine 801-811 [vai…]

Pagine 812-853 [vai…]

Pagine 854-878 [vai…]

Pagine 879-887 [vai…]

Pagine 888-900 [vai…]

Pagine 901-1013 [vai…]

Pagine 1014-1021 [vai…]

Pagine 1022-1135 [vai…]

Pagine 1135-1230 [vai…]

Pagine 1231-1257 [vai…]

Pagine 1258-1312 [vai…]

Pagine 1313-1342 [vai…]

Pagine 1343-1359 [vai…]

Pagine 1360-1382 [vai…]

Pagine 1383-1387 [vai…]

Pagine 1388-1396 [vai…]

Pagine 1397-1416 [vai…]

Pagine 1417-1440 [vai…]

Pagine 1441-1451 [vai…]

Pagine 1452-1463 [vai…]

Pagine 1480-1483 [vai…]

Pagine 1484-1488 [vai…]

Pagine 1489-1496 [vai…]

Pagine 1497-1547 [vai…]

Pagine 1548-1583[vai…]

Pagine 1584-1599 [vai…]

Pagine 1600-1619 [vai…]

Pagine 1620-1642 [vai…]

Pagine 1643-1646 [vai…]

Pagine 1647-1718 [vai…]

Pagine 1719-1730 [vai…]

Pagine 1731-1738 [vai…]

Pagine 1739-1767 [vai…]

Pagine 1768-1786 [vai…]

Pagine 1787-1821 [vai…]

Pagine 1822-1829 [vai…]

Pagine 1830-1853 [vai…]

Pagine 1854-1918 [vai…]

Pagine 1919-1945 [vai…]

Pagine 1946-2015 [vai…]

Pagine 2016-2057 [vai…]

Pagine 2058-2128 [vai…]

Pagine 2129-2156 [vai…]

Pagine 2157-2196 [vai…]

Pagine 2197-2216 [vai…]

Pagine 2217-2267 [vai…]

Pagine 2268-2291 [vai…]

Pagine 2292-2366 [vai…]

Pagine 2367-2380 [vai…]

Pagine 2381-2399 [vai…]

Pagine 2400-2452 [vai…]

Pagine 2453-2490 [vai…]

Pagine 2491-2527 [vai…]

Pagine 2528-2530 [vai…]

Pagine 2531-2535 [vai…]

Pagine 2536-2651 [vai…]

Pagine 2652-2657 [vai…]

Pagine 2658-2718 [vai…]

Pagine 2719-2752 [vai…]

Pagine 2753-2776 [vai…]

Pagine 2777-2781 [vai…]

Pagine 2782-2805 [vai…]

Pagine 2806-2815 [vai…]

Pagine 2816-2827 [vai…]

Pagine 2828-2890 [vai…]

Pagine 2891-2911 [vai…]

Pagine 2912-2943 [vai…]

Pagine 2944-2966 [vai…]

Pagine 2967-2997 [vai…]

Pagine 2998-3002 [vai…]

Pagine 3003-3034 [vai…]

Pagine 3034-3141 [vai…]

Pagine 3142-3175 [vai…]

Pagine 3176-3235 [vai…]

Pagine 3236-3252 [vai…]

Pagine 3253-3326 [vai…]

Pagine 3327-3370 [vai…]

Pagine 3371-3399 [vai…]

Pubblicazioni a cura della Biblioteca​

Negli ultimi anni oltre ai tradizionali volumi sulla storia di Monselice, sono state costituite tre collane editoriali ovvero:

1) “Carrubio”, curata dal prof. Antonio Rigon (8 volumi)

2) “Appunti di storia monselicense”, curata da Flaviano Rossetto (11 volumi)

3) Libri vari (3 volumi)

1) La collana editoriale 'Il Carrubio' curata dal prof. Antonio Rigon

Tra le iniziative degne di nota per la sua valenza regionale dobbiamo sicuramente accennare alla costituzione di una collana editoriale di storia e cultura veneta – diretta da Antonio Rigon, già professore di storia medievale all’Università di Padova. 

Alla collana, pubblicata dalla casa editrice “Il Poligrafo” di Padova, è stato attribuito il nome “Carrubio”: dal nome dell’antica via di Monselice che indica appunto l’incrocio di quattro strade. Carrubio quindi vuole essere il luogo dell’incrocio e dello scambio di vie e itinerari diversi.

Così la collana: punto d’incontro di studi di storia e cultura del Veneto e relativi al Veneto, crocevia secolare di uomini e cultura.

Sono stati pubblicati 8 volumi disponibili presso le librerie o presso l’editore, “Il Poligrafo ” di Padova. Alcuni saggi sono disponibili in formato PDF in questa pagina – in forma semplificata o privi di note. Si invitano i lettori, in caso di utilizzo dei saggi a consultare anche il testo pubblicato dalla casa editrice “Il Poligrafo”. Si ricorda, infine, che i testi vanno utilizzati per motivi di studio e in ogni caso si deve citare la fonte e l’autore in modo completo.

1° Volume
I percorsi della fede e l’esperienza della carità nel Veneto medievale,
a cura di Antonio RIGON. Poligrafo, 2001

L’opera raccoglie i contributi di un convegno realizzato nella città di Monselice nel maggio 2000 durante il quale i maggiori studiosi italiani hanno relazionato, in ambito veneto, sulle vie medioevali percorse da pellegrini e poveri, mercanti e studenti, religiosi e vagabondi alla ricerca di Dio o della pace interiore, in un mondo percorso da fremiti religiosi che dopo qualche anno sconvolgeranno l’Europa, scavando profondi fossati che ancora dividono le nazioni. Gli ordini monastico-cavallereschi e ospitalieri, le correnti di pellegrinaggio, lo sviluppo dei santuari, la qualità dei servizi resi, i tempi e i modi della specializzazione dei singoli istituti che praticavano l’assistenza”, sono alcuni dei temi sviluppati nel libro che raccoglie, tra l’altro, testimonianze e racconti espressioni di una spiritualità e di una cultura del tardo medioevo, sensibili al richiamo dell’interiorità, che largamente coinvolsero anche le donne: tanto devote quanto consapevoli della loro condizione femminile.  

Contributi presenti nel libro

Presentazione e indice [vai..]

Antonio Rigon, Introduzione; p. 17-22 [vai..]

Cristina La Rocca, L’articolato curriculum di Savino, santo altomedievale; p. 23-42 [vai..]

Martina Cameli, Le chiese dedicate a san Sabino nell’Italia Centrale: l’esempio di Fermo; p. 43-80 [vai..]

Sante Bortolami, “Locus magne misericordie”. Pellegrinaggio e ospitalità nel Veneto medioevale; p.81-132 [vai..]

Giuseppina De Sandre Gasparini, Isotta Nogarola umanista, monaca domestica e pellegrina al Giubileo (1450); p. 133-154  [vai..]

Gian Piero Pacini, I Crociferi e le comunità ospedaliere lungo le vie dei pellegrinaggi nel veneto medioevale secoli XII-XIV; p. 155-172 [vai..]

Giampaolo Cagnin, «Io sì vado a Roma; aretornerò s’el plaserà a Cristo». Pellegrini e vie del pellegrinaggio a Treviso nel Medioevo; p. 173-212 [vai..]

Paola Lotti, Pellegrini e pellegrinaggi nei testamentí padovaní del Basso Medioevo; p. 213-230 [vai..]

Pierantonio Gios, Itinerario di visita e assetto ospedaliero in Diocesi di Padova (1488-1489); p. 231-260 [vai..]

Silvana Collodo, Conclusione; p. 261-266  [vai..]

Indice dei nomi di luogo e di persona; p. 267-289 [vai…]